Il maestro del coro

Roberto Gianotti

Nato nel 1959, si è diplomato in Musica Corale e Direzione di Coro nel 1982 presso il Conservatorio "F.E. Dell'Abaco" di Verona sotto la guida di Armando Franceschini, in Pianoforte nel 1983 presso il Conservatorio "V. Gianferrari" di Trento sotto la guida di Sergio Torri, in Armonia, Contrappunto, Fuga e Composizione nel 1987 presso lo stesso Conservatorio sotto la guida di Armando Franceschini; ha studiato inoltre con Virginio Pavarana, Giancarlo Parodi e Salvatore Sciarrino.

Ha composto musiche per piccoli gruppi da camera, per voci e per orchestra da camera e armonizzazioni di canti popolari. Vincitore del Premio di composizione "Musica-Poesia" di Messina ha ottenuto riconoscimenti al Concorso Nazionale di Composizione Castello di Belveglio, al Premio Internazionale di composizione pianistica di Roma e sue musiche sono state eseguite al Festival delle Nazioni di musica da camera di Città di Castello, alla Rassegna organizzata dall'Accademia Italiana di Musica Contemporanea di Roma, al Festival di Musica Contemporanea di Napoli nell'ambito del Premio '900 Musicale Europeo 1988, a Riva del Garda nell'ambito della manifestazione MUSICA RIVA, al FESTIVAL MUSICA '900 - Incontri Internazionali di Musica Contemporanea di Trento.

Ha trascritto per la Società Filarmonica di Trento - Sezione Studi Musicali Trentini nella collana per la storia della musica nel Trentino e per l'Istituto di Cultura Ladina "Micurà de Rü" musiche di autori trentini e sudtirolesi come D. Urmacher, G. B. Runcher e F.A. Berera stampate dalla casa editrice Cipriani di Rovereto.

Ha composto e armonizzato inoltre canti popolari collaborando con il coro della SOSAT di Trento, con il coro Brenta di Tione, con il coro Valsella di Borgo Valsugana, con il coro Castel Bassa Atesina di Salorno, con il coro Negritella di Predazzo, con il coro Roen di Don, con il coro Sasso Rosso di Malè ed altri; molti suoi brani sono stati inseriti in registrazioni discografiche e stampati in raccolte di canti popolari.

Svolge inoltre attività musicologica e un'intensa attività concertistica per importanti enti musicali italiani e con trasferte in Inghilterra, Francia, Germania, Stati Uniti, Canada e Estonia, come direttore del gruppo vocale da camera IL VIRTUOSO RITROVO che si dedica alla polifonia dal Quattrocento al Seicento. Il gruppo, oltre all'attività concertistica si prefigge il fine di ricercare, per poi presentare in concerto, materiale inedito o di raro ascolto che la letteratura musicale rinascimentale ci ha lasciato, musica spesso trascritta in notazione moderna dai componenti il gruppo. Dal dicembre 1987 il gruppo organizza, in collaborazione con il Comune di Trento, un Festival Internazionale di Musica Antica chiamato Trento Musicantica e Roberto Gianotti è componente della direzione artistica. Dal 2000 dirige il Gruppo Vocale Laurence F.J. Feininger, composto da cantori e studiosi di gregoriano, il gruppo è nato nell'anno giubilare per rendere "suono vivo"le pagine conservate nella celebre Biblioteca Musicale Laurence K.J. Feininger, custodita al Castello del Buonconsiglio di Trento.

Nel 2000 il gruppo ha anche prodotto e realizzato un CD dedicato alle diverse forme di canto cristiano liturgico presenti nella Biblioteca Feininger. Il secondo CD, prodotto per conto del Progetto interuniversitario di rilevante interesse nazionale RAPHAEL (Rhythmic And Proportional Hidden or Actual ELements in Plainchant) cofinanziato dal Ministero dell'Università e della Ricerca scientifica, ha visto la luce nel 2005 e raccoglie esempi di canto fratto italiano. Ha collaborato inoltre al CD Anàbasi - Voci di silenzio sottile per il progetto Sentieri di pace. Svolge intensa attività concertistica in Italia e all'estero con recenti concerti ad Arezzo, Caltagirone, Catania, Lecce, Lucca, Modica, Pieve di Cadore, Prato, Trento, Venezia.

Dal 2005 il gruppo collabora con Roberto Gini attuando la riproposizione di musiche monteverdiane (Vespri e Messe) con la ricostruzione di effettive liturgie in lingua latina; gli eventi, svoltosi in due edizione del Festival Internazionale del Val di Noto - Magie Barocche , hanno visto anche la realizzazione di un DVD dal vivo e saranno incise in due CD di prossima pubblicazione. Nel maggio del 2006 ha tenuto concerti in Francia nelle chiese romaniche della Borgogna, oltre a seminari sul canto gregoriano, nell'ambito della "9ème PRINTEMPS CULTUREL - PAYS D'ART ET D'HISTOIRE DU MONT BEUVRAY".

Il guppo ha ottenuto nel 2001 la menzione d'onore della giuria al Concorso Polifonico internazionale di Arezzo e nel 2005 e 2006 ha ricevuto il secondo premio nello stesso concorso per la sezione Canto Monodico Cristiano e due premi speciali della giuria. Dal 2004 collabora con il gruppo Destràni Taràf di Trento con il quale propone in concerto l'inedito connubio fra canto gregoriano e musica Klezmer. Le novità ritmiche, melodiche e interpretative del canto piano tardo e periferico, proposte dal gruppo, dopo attenta valutazione dei testimoni manoscritti e a stampa sono assolutamente inedite nel panorama delle incisioni e dei concerti dedicati al canto gregoriano e svelano un volto sinora nascosto del tesoro monodico della tradizione cattolica.

Dopo aver diretto per otto anni il coro polifonico ALTINUM SCHOLA CANTORUM, dal 1989 dirige stabilmente la CORALE CITTA' DI TRENTO dopo averla diretta per un breve periodo nel 1983.

Come didatta, dopo aver insegnato ai Conservatori di Bolzano, Trento e Trieste, ora insegna "Armonia e Analisi" presso il Conservatorio "F.A. Bonporti" di Trento e di Riva del Garda nel quale ricopre anche l'incarico di vicedirettore.